SANTISSIMA TRINITÀ: Contempliamo Dio Amore

Padre invisibile, incorporeo, ovunque presente ed eterno,
mi rallegro con gioia inesprimibile
quando nella preghiera reclino il mio capo in te,
inaccessibile ed inviolabile Essere.
Io, pur con l’anima, sono carne
che con amore hai plasmato:
sono tuo, perché tu mi hai chiamato per nome
e messo al tuo cospetto.
Mi prostro, mi inginocchio, mi siedo, mi alzo
e in ogni situazione mi fai provare la tua presenza,
perché ovunque io vada e qualunque cosa io faccia,
tu sempre ci sei.

Tu sei Amore!

Signore Gesù Cristo, Figlio del Padre,
condividendone la volontà ti sei incarnato
per opera dello Spirito Santo
nel grembo di Maria vergine,
divenendo nostro fratello, via, verità e vita.
La carne che hai assunto da Maria, come la mia,
ha origine da quella di Adamo:
sei nostro fratello Dio,
che abiti e vivi ancora con noi nell’eucaristia.

Per tuo dono sono tuo tabernacolo, tua casa;
la tua carne divina mi assimila
e nella salvezza che tu mi hai donato
con la tua morte in croce e la tua resurrezione
mi dài modo di non perdermi,
lasciandomi tenere la mano sempre avvinta alla tua, segnata dalle stimmate; con questo segno
fra tutte le persone dell’universo sempre ti riconosco,
perché sei morto in croce per me,
prendendo il mio posto:
tu in croce; e io tra le tue braccia gloriose.

Tu sei Amore!

Spirito Santo, che procedi dal Padre e dal Figlio,
tu “aleggi sulle acque”, sul mondo, riempi la Chiesa
e rimani su ogni persona che santifichi,
perché non perda l’“immagine e somiglianza”
donatale da Dio.
Tu sei la mia protezione:
se cado, mi rialzi; se sono afflitto, mi consoli.
La tua invisibilità è splendente;
la tua luminosità non acceca.
Guidi i miei passi e mi conduci
alle alte vette della contemplazione,
che diviene mistica e visione.

Tu sei Amore!

Tre Persone, un solo Dio.

Tu sei Amore!

 

Ireos, Con animo sereno, Contemplazione del divino amore

Questa voce è stata pubblicata in Letture spirituali e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.